fbpx
Cura del piercing 2020-04-25T18:23:07+02:00

La cura del Piercing 

Il piercing per sua natura è imprevedibile, a volte fori guariti da anni si irritano arrossandosi, gonfiandosi e dando prurito.

Soprattutto all’inizio, prima che il foro si stabilizzi, dovete essere pazienti e continuare a prendervene cura per il tutto il periodo di guarigione. Anche se il piercing SEMBRA già guarito, difficilmente lo è!

La cura del Piercing:

Tutto nella Norma

Appena fatto il vostro piercing potrebbe sanguinare, gonfiarsi, presentare un’ematoma o uno scolorimento della zona. Per qualche giorno dopo aver fatto il piercing potreste sentire dolore, bruciore e/o altre sensazioni poco piacevoli in quanto voi e il vostro corpo dovete abituarvi al vostro nuovo piercing. Durante tutto il periodo di guarigione potreste provare prurito, resistete e non grattate! 

La secrezione di un liquido bianco/ giallastro, che a contatto con l’aria si secca formando delle croste introno al gioiello in prossimità del foro è perfettamente normale. Questo liquido non è pus ma è un siero contenete plasma sanguigno, liquido interstiziale e cellule morte è segno che il vostro piercing sta guarendo! Nei piercing orali si presenta come patina intorno al gioiello dello stesso colore.

Cosa FARE e cosa NON FARE:

  • Prima di toccare e pulire il piercing lavati sempre bene le mani

  • Quando pulisci il piercing è buona norma controllare che le sfere o il gioiello sia ben chiuso 

  • Una volta lavato e pulito il piercing bisogna asciugarlo tamponando delicatamente con fazzoletto pulito, e preferibilmente una garza pulita 

  • Tenere il gioiello iniziale per tutto il periodo iniziale di guarigione 

  • Nel caso in cui ci fosse la necessità effettuare il cambio o i cambi gioielli come vi viene consigliato

  • Non togliete il gioiello altrimenti il foro si restringe e non riuscirai più a rimettere il gioiello. In questo caso non devi rinunciare al piercing ma devi venire in studio il prima possibile e con appositi inseritori si rimetterà il gioiello evitando che vi facciate male. 

  • Scegli sempre gioielleria di buona qualità in quanto sarà sempre a contatto con il tuo corpo, per risparmiare si rischia di dover togliere il piercing o doverlo curare, comprando un altro gioiello e spendendo due volte! 

  • Pulisci sempre cuffie e auricolari prima di indossarli se hai un piercing fresco 

  • Nei piercing sopra al collo è buona norma cercare di dormire con la testa leggermente sollevata (2 cuscini) per diminuire il possibile gonfiore 

  • Non toccare il piercing con le mani sporche

  • Nella normale e quotidiano pulizia del piercing NON usare alcool, disinfettanti, acqua ossigenata e tintura di iodio (Betadine) 

  • Non esagerare nella pulizia del piercing, una pulizia aggressiva ed esagerata potrebbe ritardare il processo di guarigione 

  • Evitare il contatto con fluidi corporei (sangue, saliva e sperma) anche se di partner fissi durante tutto il periodo di guarigione

  • Non usare bende, cerotti ecc. limitano l’ossigenazione dell pelle ritardando il turnover cellulare limitando anche la circolazione inoltre l’adesivo del cerotto potrebbe irritare la pelle intorno al foro

  • Non dormire sul piercing

  • No piscine, lago, mare, spiaggia e sole

  • Non stressare il foro nel foro all’ombelico non ha senso storcere il gioiello per vedere com’è sotto

  • Non togliere il gioiello

  • Nei piercing orali evitare il fumo

Piercing Faccia/Corpo 

  • Lavare 1/2 volte al giorno il piercing con un sapone antibatterico. Ad esempio, a fine giornata prima di coricarsi è buona norma lavare il piercing 
  • Pulire il piercing 2/3 volte al giorno con lo spray Cleany Skin (soluzione salina isotonica sterile) questo prodotto è acquistabile in studio e consigliato sia per la praticità e la comodità di questo metodo ma anche perché lo spray rimane la soluzione igienicamente migliore.
  • Asciuga il piercing, tamponando delicatamente con un fazzoletto di carta pulito o una garza sterile, non lasciarlo bagnato! 
  • Dove possibile tieni il piercing coperto da un semplice indumento in cotone morbido, comodo e PULITO!
  • Assicurati che sia altrettanto pulita la biancheria da letto.
  • Personalmente consiglio di seguire questa routine per un periodo non inferiore a 30 giorni.

In alternativa a Cleany Skin potete usare:

  • Soluzione salina mono dose reperibile in farmacia.
  • Acqua e sale. 

Come fare Acqua e Sale

Fate bollire un pentolino d’acqua con 1/4 di cucchiaio di sale da cucina senza iodio, mettete in una tazzina e aspettate che raffreddi un po’. Dopo di che, prendete un fazzoletto o una garzina PULITA la immergete nell’acqua calda e appoggiate sui fori per 10 – 15 secondi e ripetete per 10 – 15 impacchi.

Piercing Orali 

  • Mantenere una buona igiene orale.
  • Evitare: il fumo, Onicofagia, lo scambio di fluidi corporei, di bere dal bicchiere o dalla bottiglia di altri e di portare alla bocca oggetti non puliti.
  • Mangiare e masticare facendo attenzione al nuovo piercing.
  • Non giocare col gioiello, il titanio è sicuramente più duro dei vostri denti. 
  • Effettuare il cambio gioiello o i cambi gioielli quando vi viene detto sia per preservare la vostra bocca che per la buona guarigione del piercing.
  • Cambiate lo spazzolino con uno nuovo e fate attenzione nel lavarvi i denti.

Pulizia

Sciacquare la bocca con un collutorio senza alcool 1/2 volte al giorno dopo aver lavato i denti. Fate attenzione e leggete attentamente le istruzioni riporte sulla confezione del prodotto. Rispettate il numero di sciacqui giornalieri consigliati, la quantità di prodotto e il tempo di permanenza in bocca consigliato. Non esagerate nell’utilizzo del collutorio rischierete solo di fare danno.

In alternativa al collutorio potete fare Acqua e Sale

  • Preparate acqua e sale come spiegato sopra 
  • Non esagerate con il sale, troppo sale potrebbe irritare il vostro foro.
  • Evitate di usare acqua troppo calda.

Effettuando dei normali sciacqui, fate giare per tutta la bocca la soluzione di acqua e sale per 30 secondi. Dopo ogni pasto, prima di lavarvi i denti, per tutto il periodo di guarigione.

In più

  • Per ridurre il gonfiore può risultare utile l’utilizzo di ghiaccio, ghiaccioli, bevande fredde, ecc.
  • Utile acqua e limone in quanto il limone è un battericida, antitossico e antisettico naturale (non esagerare con il limone). 
  • Camomille fredde per le proprietà lenitive.